sabato 14 aprile 2012

Un post veloce ché devo andare a stendere (dovreste mandarmici più spesso).

Verrà un giorno in cui riuscirò a fare dei buonissimi brownies senza usare le uova... ecco, quel giorno non è oggi.
Però, in pratica, ho prodotto del carbone.

Non era buono manco l'impasto crudo, e ho detto tutto.

Perché l'impasto crudo dei dolci è una cosa meravigliosa, ha il sapore della speranza e dell'ottimismo, prelude a capolavori e a clamorosi disastri, ma dà sempre l'illusione d'essere a un passo dall'opera d'arte.

Poi no, poi interviene il forno, non hai più il controllo su niente e devi solo sperare che il tutto torni indietro sano e salvo e, possibilmente, migliore.

E battere l'impasto crudo di un dolce non è mai facile... tanto che ogni volta si insinua in me l'idea di servirlo così, in coppa: ma sì, ma dai, magari non ci metto il lievito chimico e lo ameranno tutti.

Pessime idee a base di farina cruda, ovviamente.

La ricetta di oggi, da cruda, è spettacolare. Ma pure da cotta ha il suo perché.

Inutile dirlo, la mamma è sempre Nigella, il volume è "How to be a domestic goddes", l'unico che penso si trovi anche tradotto in italiano, probabilmente a prezzi esagerati... compratelo in originale che è meglio.
Io, al solito, ho cambiato un po' di cose.

Furono Lemon-raspberry muffins


Ora sono cupcake al limone

Non amo la frutta e decisamente non la apprezzo nei dolci, quindi i lamponi non ce li ho mai messi, però le uova (che ci andrebbero) sì, una volta - ché tanto poi li dovevo regalare - e devo dire che non mi disturbavano e il risultato è stato ottimo.
Ma li ho poi provati senza, e l'effetto era identico, tiè!

Per 12 cosi.

60gr burro
200gr farina
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaino e mezzo di bicarbonato
155gr zucchero
un pizzico di sale
il succo e la scorza grattata di un grosso limone
circa 120ml di latte
2 cucchiai e mezzo di fecola sciolti in due d'acqua calda

(volendo, 150gr di lamponi)


Preriscaldate il forno a 200°.

In una pentola sciogliete il burro con la scorza di limone.

Intanto, versate in un bicchiere graduato il succo del limone e aggiungete tanto latte fino a raggiungere i 200ml di liquido.

Quando il burro sarà sciolto, unite lo zucchero e sbattete bene. Unite il latte col succo di limone (che intanto si sarà appena ispessito), e poi il composto di fecola.

Aggiungete farina, lievito, bicarbonato e sale e rendete il tutto omogeneo senza strappazzarlo troppo.

A questo punto, potreste aggiungere i lamponi; oppure far finta di niente e distribuire il composto in uno stampo da 12 muffin, o in due da 6, o un po' dove vi pare.

Stampo antiaderente o foderato coi pirottini (che in questo caso si staccano agilmente dal dolcetto finito quindi sono adattissimi).

Cuocete per circa 15 minuti o fino a una leggerissima doratura (restano abbastanza chiari).

Sfornateli e fateli riposare su una gratella.

Si possono semplicemente coprire di zucchero a velo o glassare al formaggio con 200gr di formaggio spalmabile, 50gr di burro morbido, la scorza grattata di un altro limone e 100gr di zucchero a velo amalgamati insieme e spalmati sopra i dolcetti, decorati poi a piacere coi lamponi o zuccherini colorati, che saranno pure sfigati e banali ma a me mettono persino allegria.

4 commenti:

P ha detto...

sembrano deliziosi...

Romanzodipocacosa ha detto...

:D Grazie!
Quando la ricetta di partenza è di Nigella, c'è comunque poco da sbagliare e quasi nessun dubbio sul risultato!

Giulia ha detto...

Sembrano buoooni! Li provo subito.

Prova questa torta al cioccolato senza uova (io sostituisco pure il latte normale con il latte di riso). L'ho preparata l'altro giorno ed è uscita squisita.

Ingredienti:
200 gr farina
200gr zucchero
1 banana schiacciata
300 ml di latte (decidi tu quale)
100 gr di cacao in polvere
100 gr di cioccolato amaro spezzettato
1 bustina di lievito

Il procedimento è il solito: unisci gli ingredienti secchi, fai sciogliere il cioccolato in un pentolino a bagnomaria, aggiungi piano piano il latte e alla fine la banana schiacciata. Amalgama il tutto e trasferisci su una teglia imburrata da 26 cm di diametro . Inforna a 180 gradi per 40 minuti.

Romanzodipocacosa ha detto...

Grazie! Potrei provare anche stasera :D